Cosa stai cercando?

Inizia a digitare per cercare un prodotto

Cerca

Come fertilizzare le piante

27 Agosto 2023 | Consigli

come fertilizzare le piante

La fertilizzazione o concimazione delle piante è un aspetto fondamentale per il loro sano sviluppo e la loro produttività. Questa operazione consiste nell’apportare nutrienti essenziali al terreno o alle piante stesse, al fine di soddisfare le loro esigenze nutritive e favorire una crescita ottimale. 

È importante notare che la concimazione deve essere eseguita in modo equilibrato e in base alle specifiche esigenze della pianta che si desidera trattare. Utilizzare troppo fertilizzante per piante o evitare di occuparsi della concimazione può portare a problemi come bruciature delle radici, carenze nutrizionali, accumulo di sali nel terreno o addirittura inquinamento delle acque sotterranee.

Essere a conoscenza del come e del quando concimare le piante da frutto e le piante grasse, in modo da acquistare i prodotti adatti e seguire le modalità di fertilizzazione ottimali è un’attività fondamentale per realizzare spazi verdi sani e rigogliosi.

Come si da concime alle piante 

Prima di capire come concimare le piante, è importante fare alcune premesse. Ogni pianta ha esigenze nutritive specifiche che dipendono dalla specie e dal tipo di coltivazione, che sia in vaso o in campo. Le diverse specie vegetali richiedono una combinazione unica di nutrienti e delle modalità di fertilizzazione per soddisfare le loro esigenze di crescita ottimale.

Ad esempio, ci sono differenze sostanziali sul metodo di fertilizzazione delle diverse tipologie di piante, oltreché sul quando concimare le piante da frutto e quando concimare le piante grasse. Alcune piante da frutto come agrumi o alberi ad alto fabbisogno nutrizionale possono richiedere una maggiore quantità di azoto, fosforo e potassio rispetto ad altre piante ornamentali. Allo stesso modo, le piante grasse, che sono in grado di immagazzinare acqua e nutrienti nelle loro foglie succulente, richiedono una concimazione più leggera rispetto ad altre piante.

La scelta della tipologia di fertilizzante e delle modalità di somministrazione dipende anche dalla tipo di coltivazione scelta. Le piante coltivate in vaso possono richiedere una fertilizzazione più frequente rispetto a quelle coltivate direttamente in terra. Questo perché il terreno nei vasi tende a esaurirsi più rapidamente dei nutrienti, richiedendo un apporto supplementare.

I fertilizzanti più comuni utilizzati per la concimazione di piante da frutto e piante grasse sono:

  • concime organico: il concime organico è una scelta popolare per molti giardinieri. Può essere prodotto utilizzando ingredienti come letame animale, compost, pacciame o scarti vegetali. Questi materiali si decompongono nel terreno rilasciando gradualmente nutrienti come azoto, fosforo e potassio;
  • cenere di legna: è possibile utilizzare la cenere come fertilizzante per piante naturale purché si tratti di cenere da legna proveniente da camini o stufe a legna. Con potassio, calcio e altri minerali benefici, questo metodo di concimazione risulta essere particolarmente utile per le piante che richiedono un suolo alcalino, come alcune varietà di rose;
  • fondi di caffè: si tratta di un tipo di fertilizzante adatto a piante come ortaggi, rose e piante acidofile come azalee e rododendri. Gli scarti di questa bevanda sono ricchi di azoto e potassio, ma prima di procedere è bene sapere esattamente come fertilizzare le piante con i fondi di caffè, poiché tale operazione potrebbe portare a problemi di drenaggio o ad un eccesso di acidità del terreno. I fondi di caffè devono essere correttamente diluiti con acqua e possono essere mescolati direttamente nel terreno o utilizzati come pacciame attorno alle piante;
  • compost di vermi: noto anche come vermicompost, il composto di vermi è un’eccellente fonte di nutrienti organici. Può essere utilizzato per concimare piante in vaso o piante da giardino. Il vermicompost migliora la struttura del suolo, promuovendo la crescita delle radici e aumentando la capacità di ritenzione idrica del terreno.

Dunque, quando si tratta di fertilizzare le piante, è importante considerare le loro esigenze specifiche di concimazione ma anche le diverse modalità di utilizzo dei prodotti realizzati per nutrire le piante.

Come concimare le piante in vaso

Le piante in vaso richiedono una fertilizzazione regolare per compensare la limitata disponibilità di nutrienti nel terreno contenuto nel vaso. Ecco alcuni suggerimenti su come concimare le piante in vaso nel modo corretto:

  • fertilizzante a lento rilascio: questo tipo di concime viene rilasciato nel terreno in modo graduale, fornendo una nutrizione costante alle piante. Se si opta per questa soluzione di concimazione delle piante in vaso, è bene assicurarsi di seguire le istruzioni sulla confezione per determinare la quantità di fertilizzante necessaria in base alle dimensioni del contenitore e al tipo di pianta;
  • concime liquido: si tratta di un’alternativa pratica e facile da utilizzare per la concimazione delle piante in vaso. Può essere diluito nell’acqua d’irrigazione e applicato regolarmente secondo le indicazioni del produttore. Assicurarsi di non eccedere con le dosi, in quanto un’eccessiva concimazione può danneggiare le radici delle piante.
  • concime organico: per le piante in vaso, è possibile utilizzare anche concimi organici come letame liquido o compost diluito. Questi concimi forniscono nutrienti in modo naturale e migliorano la struttura del terreno nel vaso. Ad esempio, un consiglio utile su come concimare le piante da mirtillo in vaso è proprio quello di sfruttare le proprietà dei concimi organici universali, poiché in grado di garantire un livello di pH del terreno adeguato.

Optando per la coltivazione delle piante in vasi di plastica, è possibile beneficiare di alcuni  vantaggi in termini di concimazione. In particolare, i vasi in plastica permettono di trattenere il fertilizzante nel terreno, consentendo alle radici delle piante di assorbire gradualmente i nutrienti necessari per la crescita.

Quando concimare le piante in vaso

Una volta compreso come concimare le piante in vaso in modo da apportare tutti i nutrienti necessari, è fondamentale sapere quando concimare le piante in base alle stagioni, la tipologia di pianta e le modalità di fertilizzazione scelte.

Per concimare le piante da frutto in vaso, è consigliabile iniziare ad apportare i nutrienti all’inizio della primavera, quando le piante entrano in una fase di crescita attiva. Durante questa fase, è possibile utilizzare un fertilizzante ad alto contenuto di azoto per favorire lo sviluppo vegetativo.

Successivamente, dopo la fioritura e la formazione dei frutti, è consigliabile passare a un fertilizzante con una maggiore percentuale di potassio per promuovere la maturazione e il corretto sviluppo dei frutti. 

Per capire qual è il periodo ottimale per la concimazione, è importante considerare le esigenze specifiche di ogni tipo di pianta in vaso. Ad esempio, alcune piante da frutto come i limoni o le arance potrebbero richiedere una fertilizzazione più frequente rispetto alle piante grasse come l’aloe vera o l’Echeveria. Pertanto, è consigliabile fare riferimento alle esigenze specifiche di ogni pianta e monitorare attentamente le sue reazioni alla fertilizzazione.

Ultime novità

8 Agosto 2022 | Nuovi prodotti

MARTE E DIAMANTE: I GIOIELLI PER LE VOSTRE PIANTE

Nel 2016 la Pasquini & Bini, in collaborazione con il Design Campus dell’Università degli studi di Firenze, ha promosso un…

Leggi tutto

12 Aprile 2024 | Approfondimenti

Macfrut 2024: la fiera di riferimento per il settore dell’ortofrutticoltura

Macfrut 2024: scopri le Ultime Frontiere della Coltivazione Fuori Suolo e l’Impatto Rivoluzionario dei Vasi Infinity di Pasquini & Bini…

Leggi tutto

10 Ottobre 2023 | Approfondimenti

Come coltivare le more in vaso

Coltivare le more in vaso è una grande opportunità per avere un raccolto abbondante direttamente a casa propria, sia in…

Leggi tutto

scegliere una pianta fiorita da esterno

27 Agosto 2023 | Consigli

Scegliere una pianta fiorita da esterno

Le piante fiorite da esterno aggiungono colore e vitalità a giardini, terrazzi e balconi, trasformando gli spazi esterni in ambienti…

Leggi tutto